Coni di luppolo

Per il miglioramento dei sintomi di un lieve stress e per i disturbi del sonno

Il luppolo è un rampicante che può raggiungere un'altezza di vari metri, con foglie di aspetto molto variabile. Ogni pianta di luppolo ha solo o fiori maschili o fiori femminili. I fiori femminili del luppolo prendono il nome di coni di luppolo.

Il luppolo selvatico è originario probabilmente dell'Asia occidentale, ma oggi è diffuso anche nel resto dell'Asia e in Europa. In Europa il luppolo veniva coltivato già nel Medioevo. Sia per la produzione della birra che per gli usi medici vengono propagate solo le piante femmine. I loro fiori, i coni di luppolo, vengono impiegati nella medicina naturale per il miglioramento dei sintomi di un lieve stress e come aiuto per dormire, viste le loro proprietà calmanti e di induzione del sonno.

Meccanismo d'azione e campi di impiego dei coni di luppolo

I coni di luppolo contengono varie sostanze, tra cui i composti amari umulone e lupulone. Nel corpo, questi composti rilasciano metilbutenolo, una sostanza con azione sedativa. Combinando valeriana e coni di luppolo è possibile ridurre il tempo di addormentamento e migliorare la qualità del sonno. Mentre i componenti della radice di valeriana agiscono sul recettore dell'adenosina e aumentano il bisogno di dormire, ai componenti dei coni di luppolo si attribuisce un'attivazione del recettore della melatonina, grazie alla quale la propensione al sonno viene stimolata al momento giusto.

Per i disturbi del sonno e i disturbi cardiaci, con radice di valeriana e coni di luppolo

I medicamenti fitoterapeutici VALVERDE® Sonno e VALVERDE® Sonno forte sono costituiti da un'associazione di radice di valeriana e coni di luppolo, e vengono impiegati nel trattamento dei disturbi di inizio e mantenimento del sonno e del sonno agitato. Entrambi i preparati sono indicati per gli adulti e i bambini a partire dai 6 anni.

In VALVERDE® Cuore e nervi i coni di luppolo sono impiegati insieme alla radice di valeriana e alle parti aeree di passiflora. Questo medicamento fitoterapeutico contiene inoltre un estratto di foglie di biancospino, con fiori e frutti, che agisce rafforzando il cuore, e viene impiegato nei disturbi cardiaci di origine nervosa.